Le migliori soundbar Bluetooth

 

Come scegliere le migliori soundbar Bluetooth del 2017?

 

Per migliorare la qualità audio del televisore, anche e soprattutto quelli di più recente fabbricazione è necessario avvalersi di un dispositivo atto allo scopo, ovvero, la migliore soundbar Bluetooth. Per aiutare i lettori ad acquistare un buon dispositivo, abbiamo raccolto tutte le informazioni necessarie e le abbiamo utilizzate per scrivere questa guida.

Sono sempre più le persone costrette a ricorrere alla soundbar, soprattutto gli appassionati di cinema che non vogliono perdersi le sfumature dell’audio. Certo, un impianto home theatre regala ben altre soddisfazioni in termini di qualità ma buoni impianti non si trovano in vendita a basso costo e obbligano a sistemare più casse satellite nella stanza. Tali condizioni non sono accettabili da tutti, vuoi per motivi economici o più semplicemente di spazio.

È qui che arriva in aiuto la migliore soundbar Bluetooth che è un dispositivo compatto e discreto. Ma perché diventa sempre più un’esigenza comprare la soundbar? In tanti ritengono che il costante assottigliarsi dei televisori abbia obbligato i produttori a sacrificare gli altoparlanti interni con conseguenti ripercussioni sull’audio. Sia chiaro, TV con una qualità sonora di alto livello non mancano ma costano tanto.

Ma diamo alcune informazioni a vantaggio di chi non sa proprio nulla sulle soundbar. Si tratta, detto in parole povere, di una cassa che va sistemata in corrispondenza del televisore, direzionata frontalmente all’ascoltatore. In commercio ci sono soundbar singole, per così dire, ma anche, per esempio, soundbar 2.1, ovvero con un subwoofer. In questo caso, dunque, avremo due pezzi. Qualche suggerimento. Innanzitutto riteniamo sarebbe opportuno prendere in seria considerazione le soundbar capaci di simulare un effetto home theatre capaci di riprodurre l’audio in maniera “avvolgente”. Poi bisogna prestare molta attenzione alla connettività che più è ampia meglio è, dunque se oltre al Bluetooth, cavo HDMI, cavo ottico, c’è anche la porta USB e magari la soundbar è dotata di tecnologia NCF, è meglio.

 

Prodotti raccomandati

 

Samsung HW-K450

 

Samsung propone una soundbar di fascia bassa a un prezzo interessante secondo noi. È una 2.1 con possibilità di estenderla fino a 4.1, dunque aggiungendo altre tre casse satellite. Se compatibile con il televisore che si ha in possesso la tecnologia TVSoundConnect libera dagli odiosi cavi.

La barra è in grado di simulare l’effetto surround per un audio più avvolgente mentre il subwoofer wireless regala dei bassi potenti. Il Bluetooth offre diverse possibilità ma prima di discuterne vorremmo portare all’attenzione del lettore un difetto riscontrato da diverse persone e che riguarda proprio il Bluetooth, capita che l’audio si senta a scatti, un problema, probabilmente, dovuto a una poco efficiente connessione via Bluetooth.

Ciò detto, l’accoppiamento tra i dispositivi è immediato, anche con lo smartphone per ascoltare la musica in streaming. A riguardo Samsung ha rilasciato una pratica applicazione grazie alla quale si può gestire il tutto.

 

 

 

Lonpoo 2.0 

 

Se cercate una soundbar davvero economica, allora la Lonpoo può fare al caso vostro. Naturalmente non bisogna attendersi chissà quali performance tuttavia il rapporto tra prezzo e qualità ci sembra buono. I 40 W di potenza possono sembrare poca cosa ma molto dipende anche dall’ampiezza dell’ambiente dove si trova il televisore. I bassi, a dirla tutta, lasciano a desiderare.

È una soundbar Bluetooth e sempre facendo riferimento al prezzo, non era scontato ritrovarlo tra le caratteristiche. Restando in tema di connettività, troviamo l’ingresso AUX, quello ottico e quello coassiale. Niente porta USB, purtroppo.

Nella confezione c’è il telecomando che, in vero, ci è apparso un po’ spartano. Sempre nella confezione è presente tutto il necessario per installare alla parete la soundbar.

 

 

 

TaoTronix 

 

Soundbar economica che può essere apprezzata davvero solo nel caso in cui le performance audio del televisore sono di basso livello. È chiaro che non si tratti del top, tantomeno di un dispositivo di livello medio ma per il prezzo che costa, si può essere soddisfatti. Ma è chiaro che se spendiamo 1500 euro per un televisore non possiamo essere così sprovveduti da accoppiarlo con una soundbar di tale livello.

Se l’audio si esprime a un livello accettabile, non possiamo dire lo stesso quando ci riferiamo ai bassi che, a detta di diverse persone, sono fiacchi. Il Bluetooth c’è ma ha una portata ridotta al minimo. Sempre facendo riferimento ai commenti apparsi online, il collegamento resta stabile a una distanza massima di 1 metro.

La potenza è di 40 W e la connettività si limita all’ingresso ottico, quello coassiale e AUX. Completa il tutto un telecomando abbastanza anonimo secondo noi.

 

 

 

 

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 5.00 out of 5)
Loading...